.
Annunci online

liberolanima
Signora Libertà, Signorina Anarchia
 
 
 
 
           
       

Mi trovate anche qui:
 

 

 

 

 
30 dicembre 2010

A letto

Da cinque giorni sono a letto con un'influenza che sembra aver rovinato le nostre vacanze. Rantolo e faccio i capricci, ma lui non si spazientisce. Mi sorride, mi accarezza e mi dice che sono bellissima anche col naso rosso e intasato. Non ha lasciato il mio fianco nemmeno un istante e prova a calmare i miei sensi di colpa per il fatto che la mia influenza costringe a letto anche lui.
Quanto è dolce, quanto mi rende felice...





permalink | inviato da liberolanima il 30/12/2010 alle 11:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

23 dicembre 2010

Auguri e riflessioni

<<Venne anche mio padre, quel giorno, accanto alla nuova culla, e parlammo della nostra vita, e di quella nuova vita che era nata ora. Dovemmo concludere che avevamo fallito, lui ed io, e forse anche suo padre, se c'erano state due guerre mondiali con tanti morti, e la miseria e la fame, e così scarsa sicurezza di vita e di lavoro e di libertà per gli uomini del mondo. Io conclusi che non doveva più accadere tutto questo, che non volevo che mio figlio, come me e come mio padre, rischiasse un giorno di morire o di uccidere, di soffrire la fame o di finire in carcere per avere idee sue, libere. Non potevo neppure più rinunciare ad avere fiducia nel mio mondo e nei miei simili, chiudermi in un bel giardinetto umanistico e di ozio incredulo, soddisfatto dell'aforisma che al mondo non c'è nulla di vero. Dovevo scegliere, la presenza di mio figlio me lo imponeva, non potevo neppure pensare di risolvere il problema individualmente, o di rimandarlo a più tardi, cercare, al momento buono di truffare l'Ufficio leva, o creare per mio figlio una situazione di privilegio, far di lui "il primo della classe", come aveva voluto mia madre. Non ci sarà soluzione sicura per mio figlio se non sarà sicura anche per tutti i bambini del mondo, anche questo mi pareva abbastanza chiaro... non basta essere soli col proprio lavoro e con la propria miseria, ci vuole anche un figlio per desiderare l'avvenire e lavorare a costruirlo.>>

Luciano Bianciardi


Che queste parole servano a farci riflettere in questi giorni di buonismo forzato e ipocrita.
Mi prendo qualche giorno di pausa e vi auguro dei giorni felici insieme alle persone che amate.
Buon Natale e che il 2011 vi riservi tanta serenità.
Un sincero abbraccio,
Liberolanima






permalink | inviato da liberolanima il 23/12/2010 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

14 dicembre 2010

5° compleanno e 100.000 visite. Grazie!

Bizzarra coincidenza, nel giorno del suo quinto compleanno questo blog raggiunge le 100.000 visite.
Nel 2005 ho aperto questo spazio perché sentivo il bisogno di esprimere le emozioni di allora in un modo nuovo. Una delusione d'amore, una nuova e splendida amicizia erano i temi che allora trattavo più spesso. Da allora sono cresciuta molto e oltre agli sfoghi personali la mia coscienza critica è aumentata, così temi politici e sociali hanno preso sempre più piede qui sopra vedendomi sostenere posizioni dapprima moderate fino all'attuale matura estremizzazione. Tirando un bilancio devo dire che sono fiera del mio percorso e per questo devo rendere assolutamente grazie alle splendide persone che hanno letto e continuano a leggere questo blog. Grazie a colei che mi ha aiutato a capire come funzionasse, grazie a coloro che lasciano sempre dolci e intelligenti commenti, grazie a quei pochi che adesso sono diventati carissimi amici nonostante le piccole o grandi distanze che ci dividono e, last but not least, grazie alla prima persona che ha commentato questo blog. Sin da subito avevo capito quanto fosse speciale e da allora un continuo commentarsi ha accresciuto la nostra stima fino a diventare amici, confidenti, compagni di ideali, di sogni e adesso di vita. Grazie, mio bellissimo compagno, anche stasera mi hai stupita ricordandoti prima di me del compleanno di questo blog.
Grazie a tutti voi che leggete, vi abbraccio tutti sperando di riuscire ancora a scrivere parole che suscitino il vostro interesse.

Con grande affetto, Liberolanima.




permalink | inviato da liberolanima il 14/12/2010 alle 19:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

13 dicembre 2010

Secondo me

user posted
 image

non cade.





[Mefistofele, litografia di Eugene Delacroix per il Faust di Goethe (1828)]




permalink | inviato da liberolanima il 13/12/2010 alle 15:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

11 dicembre 2010

O Tannenbaum

Non facevo l'albero di Natale da due anni. Lo spirito natalizio è lontano anni luce ed ero troppo pigra per andare in garage, caricarmi sulle spalle scatoloni e cianfrusaglie e perdere un pomeriggio a litigare con rami, palline e microluci.
Anche quest'anno l'idea era quella di non farlo e fino a due giorni fa litigavo con la mia famiglia che mi esortava a mettermi in moto, dato che sono sempre stata io a volerlo fare. Nulla, il solo pensiero mi metteva i brividi. Poi però ho pensato che questo Natale non sarò con qui a casa con i miei e con tutta probabilità il prossimo anno vivrò lontano da loro quindi questa sarebbe stata l'ultima occasione per fare l'albero insieme a mia madre e mia sorella mentre mio padre lavora e ci guarda dalla sua scrivania.
Quindi armata di allegria e buona volontà mi sono messa all'opera e come sempre mi sono divertita tantissimo. Anzi, forse mi sono divertita più degli altri anni e mentre prima non ero mai soddisfatta del risultato, quest'anno il mio albero mi sembra bellissimo come non è mai stato.



Come sempre poi, a sera, rimango al buio ad osservare le luci che si accendono e si spengono, pensierosa.




permalink | inviato da liberolanima il 11/12/2010 alle 13:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

8 dicembre 2010

***

E' da un po' che non scrivo di te. Ne ho tanta voglia ma non riesco a organizzare le mie idee.
Il mio cuore parla solo di te, ma si emoziona così tanto, batte così forte che non riesce a suggerire parole sensate alla mano. Le emozioni che provo grazie a te sono talmente forti che sembrano esplodere dentro di me, non riescono ad uscire ordinatamente. Hai creato scompiglio nel mio cuore, tutto è in subbuglio e sto magnificamente bene. Solo grazie a te, amore mio, mi sento viva e felice.

Ti amo.






permalink | inviato da liberolanima il 8/12/2010 alle 20:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

4 dicembre 2010

Basta avere l'ombrela



Nuove frontiere di propaganda.
Patetiche. Vergognose.




permalink | inviato da liberolanima il 4/12/2010 alle 20:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

Nelnomedelcuore
Scripta manent semper
Le foto di Ciuri
Irlanda
Terzostato
Out of reality
Aquilasolitaria
Meera
Shamal
Arianna_Desogus
Occhiodelciclone
Micol
Casamia
Gabri
OcchiLadri
Artemisia
Madame Amanita
Julia Dream
Barbara
Flyhigh
GBestBlog
Chemako
IlMaLe
Saro Napoli
Godai
Beppone
Volipindarici
Donatodisanzio
SvegliaItalia
ioTocco
Paolo Borrello
Serafico
Hecyra
Terronista
MicroMega
Gennaro Carotenuto - Giornalismo partecipativo
Italia dall'Estero
Gianni Minà - Latinoamerica
Piero Ricca
Le vignette di Vauro
Peppino Impastato



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     novembre        gennaio