Blog: http://liberolanima.ilcannocchiale.it

Riscoperte

In questi giorni difficili mi sono ricordata di alcuni vecchi post legati agli anni passati. Negli ultimi due anni ogni mia gioia è stata legata al mio compagno e in questi giorni, due anni fa, la speranza di essere qualcosa di più che amici iniziava a prendere forma. Ecco cosa scrivevo:


15 maggio 2010
Quand tu regarderas le ciel...
<<Et quand tu seras consolé (on se console toujours) tu seras content de m'avoir connu. Tu seras toujours mon ami. Tu auras envie de rire avec moi. Et tu ouvriras parfois ta fenêtre, comme ça, pour le plaisir... Et tes amis seront bien étonnés de te voir rire en regardant le ciel. Alors tu leur diras: "Oui, les étoiles, ça me fait toujours rire !" Et ils te croiront fou. Je t'aurai joué un bien vilain tour... >> Le Petit Prince, Antoine de Saint-Exupéry
Uno scherzo. Uno scherzo che addolcisce e rasserena le mie giornate.Ieri sera, mentre tutti si divertivano nella stanza a fianco, mi sono isolata come capita spesso. Affacciata sull’uscio della porta, ho alzato gli occhi al cielo ed ho ripensato a queste parole come se fossero rivolte a me.Così mi sono persa tra mille sogni e fantasie, e sorridevo. Un sorriso dolce e amaro allo stesso tempo, ispirato da pensieri che mi portano lontano verso quegli orizzonti che tu mi hai mostrato. Grazie, dolcissimo amico, ancora una volta. Grazie per il tuo sostegno disinteressato, per riporre in me tutta la fiducia che io non ho, tutta la forza che a me manca, per stimarmi come nemmeno merito, per essere sempre presente con la tua sconfinata tenerezza. Grazie per le splendide emozioni che ogni giorno mi regali, per riuscire ad asciugare le mie lacrime con le tue dolcissime parole. Nello scriverti speravo di riuscire ad andare oltre i miei soliti ringraziamenti, ma non ne sono stata capace. D'altronde come si fa a spiegare con semplici parole quanto sei unico e speciale? Spero un giorno di poter ricambiare tutto l’affetto che mi dai e veder brillare la luce che emanano i tuo bellissimi occhi.
["E quando ti sarai consolato (ci si consola sempre), sarai contento di avermi conosciuto. Sarai sempre il mio amico. Avrai voglia di ridere con me. E aprirai a volte la finestra, così, per il piacere... E i tuoi amici saranno stupiti di vederti ridere guardando il cielo. Allora tu dirai: "Si, le stelle mi fanno sempre ridere!" e ti crederanno pazzo. "T'avrò fatto un brutto scherzo..."]Da "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry

21 maggio 2010
Sogno
Sdraiata lì dove la terra è più verde, i miei sensi trovano finalmente riparo sotto un cielo azzurro che incontra l’oceano all’orizzonte. Lui, forte e limpido viene a darmi il suo saluto infrangendo le sue onde sotto ai miei piedi. Lo accompagna il vento dell’Ovest, anche lui lì ad accogliermi. Agita i rami degli alberi e le loro foglie, divenute ormai rosse, danzano in cerchio intorno a me guidate dalle note di arpe celtiche, flauti e bodhràn suonati da fate e folletti saltati fuori dai loro nascondigli nei boschi. Si respira un’aria incantata che mi avvolge facendomi sentire in piena armonia con quello splendido universo. Mi abbandono a lei e lascio che mi strasporti ovunque voglia. Adesso le appartengo, finalmente. Adesso non ho bisogno di chiedere altro. La magia di cui ho bisogno è lì che ha preso vita, mi siede accanto e mi tiene la mano mentre mi accompagna lungo un viaggio fantastico. I suoi occhi sono il blu dell’oceano e sprofondano nei miei, le foglie rosse che danzano sono i suoi capelli, la musica che sento è la sua voce che mi sussurra all’orecchio dolci parole di libertà. No, non voglio svegliarmi, voglio restare ancora lì. Per sempre lì, così, e vivere un sogno che ha preso le sue sembianze.

20 maggio 2011
Un anno fa
Un anno fa cambiava la mia vita. Il sogno inseguito per mesi iniziava a prendere forma e diventare meravigliosa realtà. Proprio nel momento in cui non ci credevo più mi ha spiazzata facendo rifiorire le mie speranze come le rose nel mese di maggio. Dovevano passare molti estenuanti ma bellissimi mesi prima di dare inizio a quella che adesso è una perfetta unione tra poesia, fiaba e magia, e quello era solo il preludio. Un preludio che era ed è per me nuova vita, speranza che un nuovo e più felice futuro fosse possibile anche per me, per noi. Uno splendido sogno che si sarebbe finalmente realizzato dopo un'estate di sospiri e fantasie divenendo la gioia più grande che io abbia mai vissuto. In questo anno abbiamo definitivamente abbandonato la tristezza che caratterizzava ogni nostro giorno per lasciare il posto esclusivamente alla felicità di essersi finalmente trovati e riconosciuti, e all'eccitazione e l'impazienza di progettare una nuova vita insieme. So che non potrò mai fare abbastanza per ricambiare tutto ciò che quotidianamente fa per me, ma sento di dovergli dire grazie ancora una, due, mille volte. Grazie per avermi voluta al tuo fianco.Grazie per aver voluto condividere con me i tuoi sogni e le tue esperienze.Grazie per essere tutto ciò che ho sempre desiderato.Grazie per tanti di quei motivi che ad elencarli ci vorrebbero dei giorni. Grazie per rendere ogni giorno della mia vita migliore del giorno precedente.


In una giornata così difficile come quella di oggi - e di ieri - mi sono guardata indietro ed ho ritrovato tutte le emozioni che avevo messo da parte per le angosce e la paura di non riuscire ad essere all'altezza dei problemi che dobbiamo affrontare. Rileggo quelle parole e altre lettere scritte e tremo come allora. Capisco che quelle emozioni non sono cambiate, che la poesia che c'era allora è ancora tutta lì che aspetta solo di essere riscoperta. Sono insicura su tante cose, ne temo tante altre, ma l'unica stella fissa nel mio cielo è lui, il mio amore per lui e non potrei mai mettere in un angolo tutto quel che provo, tutto quello che averlo incontrato ha significato per me. Se mi guardo indietro, tutta la mia vita è stata un percorso di ricerca che mi ha portata a lui, a ciò che ho sempre sognato. E' vero che la quotidianità non è sempre facile, ma so di essere forte abbastanza per far sì che la magia non si spenga. 
So che sono parole poco chiare, sconnesse, un po' tutto lo è in questo periodo di confusione, ma pian piano tutto si sistemerà. Lo so.





http://liberolanima.ilcannocchiale.it/post/2487784.html 
http://liberolanima.ilcannocchiale.it/post/2489945.html 
http://liberolanima.ilcannocchiale.it/post/2645871.html

Pubblicato il 20/5/2012 alle 20.4 nella rubrica Per quel che mi riguarda.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web